Ricerca e università

Le ricerche accademiche possono trarre beneficio dalle avanzate tecniche di analisi non-distruttiva XRF, XRD e Raman, adatte alla chimica dei materiali, alla chimica mineraria e l’osservazione microscopica di elementi ad alto ingrandimento.
L’identificazione chimica dei pigmenti utilizzati per dipingere antichi sarcofagi egizi, autenticare oggetti storici, ottenere i caratteri mineralogici del suolo marziano sono solo alcuni dei numerosi impieghi delle analisi non-distruttive nel campo della ricerca accademica.
Nonostante l’applicazione della spettroscopia NMR sia la tecnica di caratterizzazione più diffusa e utilizzata nella chimica organica e inorganica, questa è solitamente anche la meno accessibile per gli studenti dei corsi universitari: per questo motivo il nostro NMReady™ di Nanalysis fornisce una soluzione semplice a questo problema.

Visualizzazione di 1-12 di 36 risultati